giovedì 7 agosto 2014

La preghiera del mattino e della sera

A cinquant'anni dalla promulgazione della Sacrosanctum Concilium è evidente che, anche se nella Chiesa sono tanti i luoghi in cui la pratica delle Ore è entrata nel quotidiano di parrocchie e singoli laici, tutta l'importanza ed il valore della Liturgia delle Ore e della preghiera del Salterio è il sintomo di una riforma che non ha funzionato. 

Ricordiamo allora brevemente alcune linee guida del documento conciliare in merito.

"Cristo Gesù, il sommo sacerdote della nuova ed eterna alleanza, prendendo la natura umana, ha introdotto in questo esilio terrestre quell'inno che viene eternamente cantato nelle dimore celesti Egli unisce a sé tutta l'umanità e se l'associa nell'elevare questo divino canto di lode. Cristo continua ad esercitare questa funzione sacerdotale per mezzo della sua Chiesa, che loda il Signore incessantemente e intercede per la salvezza del mondo non solo con la celebrazione dell'eucaristia, ma anche in altri modi, specialmente recitando l'ufficio divino.

 Il divino ufficio, secondo la tradizione cristiana, è strutturato in modo da santificare tutto il corso del giorno e della notte per mezzo della lode divina. Quando poi a celebrare debitamente quel mirabile canto di lode sono i sacerdoti o altri a ciò deputati per istituzione della Chiesa, o anche i fedeli che pregano insieme col sacerdote secondo le forme approvate, allora è veramente la voce della sposa che parla allo sposo, anzi è la preghiera che Cristo unito al suo corpo eleva al Padre.

Tutti coloro pertanto che recitano questa preghiera adempiono da una parte l'obbligo proprio della Chiesa, e dall'altra partecipano al sommo onore della Sposa di Cristo perché, lodando il Signore, stanno davanti al trono di Dio in nome della madre Chiesa"

Sacrosanctum Concilium 83-85

Crocifisso di santa Maria degli Angeli, Assisi, Giunta Pisano XIII secolo
 

Nessun commento:

Posta un commento

Astitit Regina! La regalità di Maria e la Chiesa regina eterna

Santa Maria antiqua al Foro romano, la Theotokos in trono Dopo la riapertura del meraviglioso sito d...